Il Sentiero Soleggiato > Hukam  > Hukam del 15 giugno dal Tempio d’Oro

Hukam del 15 giugno dal Tempio d’Oro

Hukam del 15 Giugno 2020 dal Tempio d’Oro
 
Bihaagraa, Quinto Canale (Guru Arjan Dev Ji), Chhant, Pag. 546-547

 

Perché sei imbevuto dell’amore di un altro? Quello è un cammino molto pericoloso.

O peccatore, nessuno è tuo amico.

Nessuno sarà tuo amico e tu rimpiangerai per sempre le tue azioni.

La tua lingua non ha cantato le Lodi del Sostenitore del Mondo; quando torneranno ancora questi giorni?

La foglia, separata dal ramo, non vi si unirà di nuovo; tutta sola, cade nel suo cammino verso la morte.

Nanak prega: senza il Nome di Har, il Creatore, l’anima vaga, soffrendo per sempre. ||1||

Tu stai praticando l’inganno di nascosto, ma Ram, il Dio dell’amore, sa tutto.


Quando il 
Giusto Giudice del Dharma leggerà il tuo conto, verrai spremuto come un seme di sesamo nel frantoio.


Per le azioni che hai compiuto, subirai la pena; sarai consegnato a innumerevoli reincarnazioni.

Imbevuto dell’amore di Maya, la Grande Seduttrice, tu perderai il gioiello di questa vita umana.

Fatta eccezione per il Nome di Ik Har, il Dio Uno, tu comprendi ogni cosa.

Nanak prega, chi ha questo come destino preordinato è attratto dai dubbi e dall’attaccamento emotivo. ||2||

Nessuno sostiene la persona ingrata, separata dal Signore.

Il duro cuore del Messaggero della Morte, Jamkankar,  arriva e lo afferra.

Lo afferra e lo porta via, perché paghi i suoi atti malvagi; egli era imbevuto di Maya, la Grande Seduttrice.

Egli non era un Gurmukh – non cantava le Gloriose Lodi di Govind, il Signore dell’Universo; ed ora sul suo petto vengono messi i ferri incandescenti.

Si è rovinato con il desiderio sessuale, la rabbia e l’egoismo; privo di saggezza spirituale, egli ha rimpianti.

Nanak prega, per il suo destino maledetto è andato fuori strada; con la sua lingua, non canta il Nome di Har. ||3||

Oltre Te, Prabh, Dio Universale, nessun altro è il nostro salvatore.

Har, salvare i peccatori è la Tua Natura

O Salvatore dei peccatori, sono entrato nel Tuo Santuario, o Signore e Maestro, compassionavole oceano di misericordia.

Per favore, recuperami dal profondo, scuro abisso, o Creatore, Protettore di tutti i cuori.

Io cerco il Tuo Santuario; per favore, taglia questi pesanti legami e dammi il Supporto del Nome di Ik, l’Uno.

Nanak prega, per favore, dammi la Tua Mano e salvami, oh Gobind, Sostenitore del Mondo, misericordioso con i miti. ||4||



Quel giorno è giudicato fruttuoso, quando mi incontrai con il mio Har Prabh, il Creatore Universale.

Tutta la felicità venne rivelata, e il dolore portato via.

La Pace, la tranquillità, la gioia e la felicità eterna provengono dal cantare continuamente le Gloriose Lodi di Gobind.

Unendomi alla Saadh Sangat, la Compagnia dei Santi, io ricordo con amore il Signore; io non vagherò ancora nella reincarnazione.

Lui mi ha naturalmente tenuto stretto nel Suo Amorevole Abbraccio, e il seme del mio destino primordiale ha germogliato.

Nanak prega, Lui Stesso mi ha incontrato e non mi lascerà mai più. ||5||4||7||

 
 
 
Wahe Guru Ji Ka Khalsa
Wahe Guru Ji Ki Fateh!

No Comments

Your comment...NameE-mail

Leave a reply